Campus Estivi
Aprile 26, 2017
Link alla fonte:  https://goo.gl/cD8kvF

 _______________________________________

 

“Che abbiate la vita quanta le montagne”. Questo il meraviglioso augurio con cui, a fine novembre scorso, sono stati accolti i volontari dell’Associazione Salento Faber una vota giunti dall’altra parte del Mediterraneo.

Il viaggio “al di là del mare”

Un viaggio intrapreso per il secondo anno consecutivo, quello compiuto dai volontari di Salento Faber. Accompagnati da Elisa Mele e Filippo Gervasi, i medici Gabriele De Masi De Luca e Federica Portaluri, insieme a Gabriele Sperti, sono arrivati a Mirdita, regione nel nord dell’Albania. Lì, prima di procedere per Klina e Pristina hanno incontrato Genci Gjoci e Rinia Rreshen e tanti bimbi bisognosi di cure, attenzioni e amore.

Sì, perché di questo si tratta, di un amore puro e profondo verso chi, pur distante solo poche miglia marine da noi, vive lontanissimo dal nostro benessere e dalle luci sfavillanti delle nostre feste natalizie.

A questi bambini, e agli adulti che attendevano i volontari di Salento Fabercome un dono dal cielo, è stato dedicato quel viaggio pre-natalizio che, oltre a portare in dono giocattoli e peluche, ha consentito i controlli a centinaia di bambiniprenotati per le visite specialistiche del dottore Gabriele De Masi De Luca, coadiuvato da Gabriele Sperti, e della dottoressa Federica Portaluri.

controlli-medicile visite specialistiche dei volontari di Salento Faber ai piccoli pazienti albanesi

 

Tanta l’emozione vissuta anche in questa occasione dai volontari di Salento Faber. Il dono, quello più significativo e vero, lo hanno fatto però proprio i bimbi di Kosovo e Albania. I loro occhi hanno ricambiato tutto quell’Amore con sorrisi incancellabili.

Senza vergognarsene, adulti e bambini, hanno aperto il loro cuore e mostrato le loro semplici vite fatte di una quotidianità priva di eccessi e, spesso, povere anche dell’indispensabile.

Le Calze della Befana donate dalla Pro Loco di Surbo

Per questi bimbi, si è rinnovato, grazie al progetto “Nota il Mondo!” di Salento Faber, il vero Miracolo del Natale. E non finisce qui. Anche per loro sarà Epifania: sono in arrivo, infatti, tantissime Calze della Befana, realizzate da una delle Pro Loco più attive della provincia, la Pro Loco di Surbo.

Anche quest’anno, con “Viva, viva la Befana” la Pro Loco, oltre alle calze per i bambini di Surbo,  per i figli dei detenuti della Casa Circondariale di Lecce, per i piccoli ricoverati dell’Ospedale Vito Fazzi e per i più piccoli di alcune famiglie segnalate dalla Fondazione Casa della Carità di Lecce, ci saranno anche le calze per i bambini Kosovo e Albania.

Le Calze della Befana saranno consegnate da Elisa Mele di Salento Faber e da Adelmo Carlà della Pro Loco Surbo a Genci Gjoci, un delegato albanese del progetto “Nota il Mondo!” che le consegnerà a tutti quei bimbi che “al di là del mare” attendono con gioia questi doni.

Con questa iniziativa, proseguono, dunque, le attività di “Nota il Mondo!”, il progetto di solidarietà dell’Associazione di Cursi, Salento Faber, che punta alla costituzione di un fondo in sostegno al diritto alla vita, alla famiglia, all’istruzione e al talento dei bambini, in particolare quelli che vivono una situazione di disagio.

Chiunque lo vorrà, potrà sostenere il progetto “Nota il Mondo!” partecipando concretamente al sogno di Salento Faber di realizzare un mondo migliore per tutti.

Salento Faber Cursi – IBAN: IT43Q0760116000001035420890

Hits: 578